ricevo e giro….
 
DICIAMO BASTA 
FERMIAMO LA SPIRALE INFERNALE
SCENDIAMO IN PIAZZA
DIFENDIAMOLI
URLIAMO LA NOSTRA RABBIA IL LORO DOLORE
PRETENDIAMO L’APPLICAZIONE DELLE LEGGI
INCATENIAMOCI
COLLABORIAMO
UNIAMOCI 
PREPARIAMO UNA PETIZIONE
ACCAMPIAMOCI A PALAZZO CHIGI
FACCIAMOCI SENTIRE
RACCOGLIAMO MATERIALE FOTO DOCUMENTI TESTIMONIANZE
STRINGIAMOCI INSIEME
DENUNCIAMO TUTTI I CANILI LAGER IN TUTTA ITALIA
DENUNCIAMO I SINDACI
OBBLIGHIAMO I COMUNI A STERILIZZARE GRATUITAMENTE TUTTI I CANI E I GATTI
ANDIAMO ALLE MANIFESTAZIONI CHE RICHIEDONO LA NOSTRA PRESENZA  (OSIMO-RIETI 19 LUGLIO)
SCRIVIAMO AL MONDO
DICIAMO BASTA
 
rosanna chiliamacisegua

 

 

BASTA CANILI LAGER(per non dimenticare)

Tratto dal sito http://www.associazionelemuse.com/
GUARDATE QUESTO SERVIZIO SUI CANILI LAGER

http://www.la7.it/swf/flvplayer.swf

Per leggere l’ormai tristemente famoso articolo di Panorama n. 12 marzo 2005 clicca sul giornale 

Per firmare la petizione della LAV contro i canili lager clicca sotto http://www.infolav.org/lenostrecampagne/randagismo/petizionerandagismo


01/04/2007 PESSIMA ENNESIMA NEW ENTRY IL CANILE di Giuliano di Roma (FROSINONE )
Canile di Frosinone: Report di un Mercoledì. L’aura e Federica in visita al Canile di Frosinone. Quante cose possono esser dette…prima di leggere l’articolo guardiamo due foto (All’interno di una gabbia una cagnolina era a terra,aggredita dagli altri cani ma ancora viva, la cagnolina è questa della foto ed è morta pochi giorni dopo)

http://www.ulminopericanidirieti.splinder.com/tag/4_cattive_notizie
http://www.associazionecanililazio.it/

La storia di MIO uscito dal Canile Giuliano di Roma(FR)

Lui si chiama Mio, ha tre anni, probabilmente, ed è arrivato il giorno 12 Maggio 2007 da un canile del centro Italia, grazie ad una Associazione che lo ha portato al Nord, dalla sua nuova padrona. Quando è arrivato Mio versava in un gravissimo stato di denutrizione con marcato dimagramento, disidratazione, otite purulenta con necrosi dei padiglioni auricolari, cherato-congiuntivite e cecità, piaghe diffuse e alopecia, depressione del sensorio ed apatia.
Nessuno sa per quanto tempo Mio sia stato in queste condizioni all’interno del canile prima di essere prelevato, portato in una clinica del centro Italia dove ha ricevuto le prime cure ed infine condotto dalla sua nuova proprietaria.
Tanti anni di volontariato in canile ti preparano ad affrontare situazioni di ogni genere, situazioni di bestialità umana che si è accanita su poveri esseri indifesi ma la cosa peggiore è l’indifferenza.
La cosa che più ci rattrista è sapere che Mio è solo uno dei tanti, troppi cani che versano in condizioni disperate in tanti canili d’Italia.
Abbiamo smesso di credere che, forse un giorno, le leggi arriveranno veramente a tutelare questi piccoli indifesi ma andiamo avanti grazie alla forza che Angeli come il piccolo Mio ci trasmettono, una forza unica che gli ha permesso di sopravvivere nonostante le gravissime infezioni che lo hanno devastato.
Oggi è il 13 Giugno 2007 e Mio è vivo; molto probabilmente i suoi occhi non potranno più vedere, le sue orecchie non potranno più sentire ma lui è vivo e sta migliorando, giorno dopo giorno, lentamente, passo dopo passo anche se le sue più gravi ferite resteranno sempre nel suo piccolo cuoricino.
Ti si lacera il cuore vederlo lì, piccolino, arrotolato sulle sue ossicina, e impotente di fronte a chi ha potuto fare questo.ma Voi tutti che ogni giorno seguite le tante situazioni segnalate sapete che questa realtà esiste e che spesso è al di sopra delle nostre reali possibilità di azione.
Affinché le sofferenze e il sacrificio di Mio e di tanti altri indifesi non siano vani noi, noi che davvero ci crediamo, abbiamo il dovere di continuare per difendere i diritti di coloro che non hanno difesa, per rispettare il dolore di coloro che non hanno parole!!
Chissà forse un giorno.

  

 IL CANILE DI CICERALE DEL CILENTO:L’ORRORE LONTANO DAGLI OCCHI 
In questo canile ogni anno spariscono circa 5000 randagi. Una cifra esorbitante; sono infatti quasi 14 cani al giorno che svaniscono nel nulla, da almeno un decennio
http://www.oipaitalia.com/appelli/randagismo_cicerale.htm
http://www.bairo.info/corrieredellasera030906.html 

 

 

 NON DIMENTICHIAMO I CANI DI RIETI :
Canile Bamby: una baraccopoli dove, fino a due anni fa, erano reclusi 800 cani, oggi sono 450 e non certo per le fortunate adozioni (!). Non è un problema di soldi, la struttura è stata cambiata: edificio nuovo, tante speranze, ma in appena un anno tutto è tornato come prima i cani muoiono ancora per il freddo, per la scarsa igiene, per malattie curabili
http://www.ilcercapadrone.it/canidirieti.htm

http://www.rifugiodelcane.it/canile_di_rieti.htm
www.ulminopericanidirieti.splinder.com
www.adozionicani.it
www.ulmino.it

 

 IL CANILE DI SAN GIULIANO (VENEZIA) :
Il canile-lager di San Giuliano vicino Venezia dove più di 600 cani, coperti di zecche, muoiono di freddo d’inverno e per il caldo d’estate
http://www.dogwelcome.it/venezia.html

NOVITA’ : I 600 cani di San Giuliano abbaieranno a tempo di rock…  http://www.dogwelcome.it/venezia2.html