PETIZIONE DA FARE IL PRIMA POSSIBILE

PUBBLICATE OVUQUE E FATE GIRARE

 

 

Carissimi …. la situazione è gravissima e lo scempio è ancora in corso …. perciò bisogna che tutti quanti voi partecipiate il prima possibile a questa azione on-line collettiva per mettere fine a ciò che in queste ore sta accadendo a Gorla Minore (VA).

Per capire di cosa si sta parlando leggete la testimonianza del volontario (in allegato) che ho inviato per controllare se l’allucinante segnalazione a me giunta corrispondesse al vero. E purtroppo così è stato ….

A conferma di quanto scritto, su mia esplicita richiesta, il volontario ha anche scattato delle fotografie con cui ho appunto composto la documentazione fotografica che vi ho allegato ….

Fatto ciò vi chiedo cortesemente di fare quello che vi dico:

1) Mandare una mail tutti quanti insieme una mail ai seguenti recapiti (copia –  incolla):

sindaco@comune.gorlaminore.va.it, polizia.locale@comune.gorlaminore.va.it, ecologia@comune.gorlaminore.va.it, veterinarivarese@asl.varese.it, veterinarigallarate@asl.varese.it, veterinaribusto@asl.varese.it

e mettere in copia carbone (Cc) i recapiti dei mezzi d’informazione in modo tale che questi siano avvisati di ciò che sta avvenendo:

redazione@telesettelaghi.it, redazione.varese@ilgiorno.it, redazione@rete55.net, redvarese@laprovincia.it, prealpina.busto@prealpina.it, info@giadacom.it, tg3lombardia@rai.it, redazione@varesenews.it, redazione@telereporter.net,

 

2) Mettere come oggetto della mail:


URGENTISSIMO: SALVIAMO I CANI DI GORLA MINORE (VA) – OCCORRE  INTERVENTO IMMEDIANTO

 

3) Mettere il seguente testo (copia –  incolla):

 

Alla c.a. del Sindaco di Gorla Minore

Alla c.a. del comandante della Polizia Municipale

Alla c.a. dell’assessore all’Ecologia

Alla c.a. dell’A.S.L. Veterinaria di Varese, Gallarate e Busto Arsizio


 

Ho appena appreso dalla Protezione Animali (OIPA), che in un terreno privato nei pressi di via Manzoni è giorni in corso un gravissimo maltrattamento di animali punibili ai sensi della Legge Nazionale n. 189/04 e della Legge Regionale n. 16/06.

Le specie coinvolte sono cani ma anche capre e oche e la situazione sta degenerando di ora in ora.

Ci è stato inoltre riferito che sono stati avvisati i Carabinieri e la Polizia Locale senza ancora ottenere alcuna attenzione.

Pertanto ho ritenuto opportuno scrivervi questa mail affinché prendiate immediatamente in esame il caso e di adottare provvedimenti in accordo con le normative vigenti.

Ringraziandovi della cortese attenzione e in attesa di un vostro immediato intervento vi porgo cordiali saluti.

 

——————

 

Amici miei … è una lotta contro il tempo perciò vi prego di fare il prima possibile … e naturalmente inoltrate questa mia mail a tutti i vostri contatti chiedendogli di fare la medesima cosa che ho voi … poiché per porre fine a questa situazione ho bisogno dell’aiuto di tutti quanto voi. Io intanto, confidando sul vostro supporto, mi muovo come delegato OIPA …. ma credetemi …. quanto più numerosi saremo …. quanto prima metteremo fine a questa vergognaosa situazione …. almeno salveremo gli animali rimasti ….

Perciò …… all’assalto!!

 

Francesco Faragò

Delegato OIPA Italia Onlus – Sez. Varese e provincia

varese@oipaitalia.com


OIPA Italia Onlus

Organizzazione Internazionale Protezione Animali

ONG affiliata al Dipartimento della Pubblica Informazione dell’ONU

Associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente

(DM del 1/8/2007 pubblicato sulla G.U. n. 196 del 24/8/2007)

 

via Passerini 18 – 20162 Milano – Tel. 02 6427882 Fax 02 99980650

info@oipaitalia.comwww.oipaitalia.com